Vulci

Bellissimo impianto termale a 64 km dal Casale dei Gelsi in piena campagna maremmana incorniciato dalla natura, al confine fra Lazio e Toscana, nel momento in cui si arriva alle Terme di Vulci ci si accorge che questo posto è fermo nel tempo. Un magnifico specchio d’acqua con quattro grandi piscine naturali in cui si passa da 42°C a 30°C ricche di sali minerali leggermente sulfurea e in particolar modo ferro.

A 9 km dalle terme troviamo Vulci (VT), che fu un centro etrusco di notevole importanza e una delle più grandi città-stato d’Etruria dove l’economia si basava principalmente sul commercio e la pesca.

Il Castello di Vulci venne edificato a ridosso del ponte del Diavolo ardita costruzione realizzata dai romani su una analoga struttura risalente ad epoca etrusca.

In origine questo ponte rimasto in uso sino agli inizi degli anni ’60 del secolo scorso, oltre a permettere di superare il fiume Fiora, sorreggeva un acquedotto con il quale veniva condotta acqua alla città di Vulci.
Il castello costruito nel corso del XII secolo dai monaci cistercensi a difesa del ponte, fu impostato sui resti di un’antica abbazia realizzata nel IX sec. e dedicata a san Mamiliano che era stata fortemente danneggiata dalle incursioni dei saraceni. Il maniero divenne dal XIII sec. un importante centro di assistenza ed accoglienza per i pellegrini ed ospitò anche i templari.

Nel XVI sec. passò nelle proprietà di Alessandro Farnese, il futuro papa Paolo III, che vi operò alcuni interventi. Successivamente divenne una dogana dello Stato Pontificio, in quanto situato ai confini con il Granducato di Toscana. Passò poi ai Bonaparte, nel 1859 ai Torlonia e infine fu acquistato dallo Stato Italiano.

16 km separano il castello di Vulci dal magnifico AGRISTORO IL RADICHINO dei F.lli Pira a Grotte di Castro una piccola oasi di gusto, nelle campagne di Ischia di Castro dove si allevano anche polli e tacchini.
Dove poter gustare fantastici formaggi di capra e pecora di allevamento proprio.
Oggi l’Azienda Agricola Radichino vanta, oltre alla storica attività di allevamento, un proprio caseificio e un punto ristoro attrezzato per ricevere circa 100 persone, dove vengono serviti prodotti fatti in casa tipici della tradizione.

A 46 km dal Casale dei Gelsi troviamo Tuscania, che sorge ai margini della Maremma Viterbese, a circa 24 Km da Viterbo e 15 km da Marta sul lago di Bolsena, si colloca in un’area di territorio pianeggiante, circondata dai Monti Cimini, i Volsini e i Monti di Canino.
La zona è una delle più fertili della Tuscia, ed è ricca di corsi d’acqua. Ci sono molte leggende sull’origine della città: le più accreditate la vogliono fondata o da Ascanio, figlio di Enea, o da Tusco figlio di Ercole e di Araxe, mitica regina degli Sciiti. In ogni caso le origini sono molto antiche, con testimonianze riconducibili all’Età del Bronzo.

Se il giorno della gita non collima con l’apertura dell’agristoro Il Radichino, possiamo dirigerci verso Tuscania che fu una potentissima città etrusca e successivamente divenne un municipio romano ed un centro medioevale. La città ha conservato i resti della sua cerchia di mura, delle torri e delle caratteristiche porte di accesso.
Gli Etruschi resero Tuscania prospera e potente, sfruttando appieno la buona posizione geografica: la posero al centro di un’importante rete viaria che collegava le città costiere a quelle dell’entroterra.
Il terremoto del 1971 ha danneggiato in maniera piuttosto rilevante il suo patrimonio artistico, che è stato comunque restaurato mantenendo intatto il suo sapore e le sue caratteristiche che la rendono unica e meravigliosa.

Bolsena vi aspetta per gustare un bel aperitivo lungo la riva del bellissimo lago vulcanico, e magari una bella cena a bordo lago
presso il ristorante:
L’OASI DEL PESCATORE 
Lungo lago
01010 Gradoli VT
+39 0761 191 7167 

Casale dei Gelsi → Vulci 64km

Immagini Vulci

Torna su