Tuscia

Il Casale dei Gelsi si trova a Castiglione in Teverina (provincia di Viterbo), nell'altopiano della Tuscia, terra di mezzo fra Italia centro-settentrionale e Meridione, all'incrocio fra Umbria, Toscana e Mar Tirreno. Il nome Tuscia affonda le sue radici nella popolazione etrusca dell'alto Lazio. Attualmente con il termine Tuscia si identifica la provincia di Viterbo che rappresenta la città principale di questa zona geografica.

Area protetta la Tuscia, fiorente di riserve naturali: fra il mare e l'entroterra ecco sorgenti solforose, natura incontaminata, canyon solcati dai fiumi, rocche risalenti al Medioevo e necropoli etrusche.

Un tempo Etruria, la Tuscia fu annessa nello Stato Romano dall'89 a.C. e, sotto Domiziano (81-96 d.c.), Umbria ed Etruria furono unite in una sola provincia.

Dopo l'epoca imperiale, la Tuscia, terra di scorribande barbare, vide a lungo la dominazione dei Longobardi i quali, con la famosa donazione di Sutri, consegnarono questa zona geografica nelle mani del Papato. Fu così che la Tuscia entrò a far parte del potere temporale di S. Pietro – primo nucleo del futuro Stato della Chiesa - con Viterbo capitale del patrimonio papale sotto la cui bandiera rimase fino all'annessione al Regno d'Italia (1870).

Dalle testimonianze risalenti al periodo medievale troviamo le distinzioni fra Tuscia romana (Lazio settentrionale), Tuscia ducale (area laziale sotto il potere dei duchi di Spoleto) e Tuscia regale o longobarda, ovvero l'attuale Toscana.

Oggi, ad identificarsi con la Tuscia, è la provincia di Viterbo, location rinomata per i prodotti enogastronomici di alta qualità (vino, olio, formaggi, dolci) e per le incantevoli ceramiche artistiche.

 

Dintorni

• Orvieto
• Antonio da Sangallo il giovane
• Tour di due giorni
• Lago di Vico
• Lago di Bolsena
• Il Bagnaccio
• Tarquinia
• San Casciano dei Bagni
• Tuscia
• Saturnia
• Pienza - Poggibonsi
• Montefiascone
• Lago di Orvieto
• Civita di Bagnoregio
• Dunarobba
• Castello di Sismano
• Capodimonte
• Viterbo